Numero Verde Ambiente Italia
14 luglio 2020
Decreto TAR 11 luglio 2020
15 luglio 2020

AGGIORNAMENTO SUI RIFIUTI

E’ un momento difficile per Costa Paradiso e alle difficoltà legate al COVID-19 si aggiungono quelle legate alla gestione dei rifiuti, in particolare sfalci e rifiuti speciali, a proposito dei quali ci giungono proteste e segnalazioni.

Ecco il punto della situazione:

  1. la responsabilità dell’asporto di tutti i rifiuti è in capo ad Ambiente Italia, cui il Comune di Trinità di Agultu ha affidato la gestione

  2. Dopo il sequestro dell’area di deposito sfalci (tuttora in essere), avvenuto il 9 agosto 2019, è stato chiaro che  qualunque forma d’ intervento della Comunità nella gestione dello smaltimento era inattuabile  ed esponeva  l’amministrazione anche sul piano penale.

  3. E’ stato quindi soppresso qualunque servizio effettuato dalla Comunità ed Ambiente Italia provvede all’asporto degli sfalci  previa chiamata ad un numero dedicato (link)

  4. E’ inutile ricordare  che tutti i proprietari pagano annualmente una TARI sostanziosa (per non dire spropositata rispetto al servizio ricevuto) , ed hanno quindi il diritto di pretendere un servizio adeguato. La Comunità si è fatta ripetutamente carico in passato di fare da portavoce delle legittime proteste, ma questa linea non ha pagato: neanche l’esposto alla Procura dello scorso anno firmato da 200 proprietari, ha  trovato qualche riscontro

  5. Dobbiamo  purtroppo fare una notazione sui comportamenti di alcuni partecipanti (e dei loro giardinieri), che continuano a depositare gli sfalci e gli ingombranti  in modo selvaggio : Ambiente Italia ha documentato con fotografie significative che solo 24 ore dopo la completa ripulitura di alcune aree già erano presenti nuovi depositi abusivi. E’ difficile ottenere risultati se continua ad esserci chi rema contro  per inciviltà o, peggio, dolo.

Alleghiamo il calendario che ci è stato trasmesso da Ambiente Italia relativo al piano di intervento nel nostro territorio ( link).

Invitiamo i proprietari ad indirizzare le eventuali lamentele all’unico interlocutore possibile, cioè il Comune di Trinità.

Il Consiglio di Amministrazione della Comunità

Costa Paradiso 15 luglio 2020

2 Comments

  1. Gianni Errico ha detto:

    Anche se molti proprietari suggeriscono che sia la Comunità ad interfacciarsi con il Comune, che a quanto mi risulta sia già una modalità in essere quasi quotidianamente, è da notare che con i rapporti non propriamente collaborativi tra Comune e Comunità sembra che le segnalazioni dei privati cittadini sortiscano un maggiore effetto, soprattutto se rivolti anche ad Ambiente Italia.

  2. Guido Piazza ha detto:

    Credo anch’io utile che i proprietari si rivolgano direttamente al Comune di Trinità magari organizzandosi e non singolarmente. Credo anche che il disservizio di Ambiente Italia e la latitanza del Comune nel controllo vadano fatti conoscere a mezzo stampa quindi oltre Costa Paradiso. Spero che un gruppo numeroso di proprietari possa organizzarsi per agire in tal senso. Grazie al CdA per tutto l’impegno che mette a disposizione di tutti noi.

Lascia un commento