CHI VUOLE CHIUDERE LA COMUNITA’ ???

Nota del Collegio dei Rappresentanti
17 aprile 2019
SERVIZIO SANITARIO ESTIVO 2019 . Da quest’anno Costa Paradiso diventa ‘Territorio Cardioprotetto’
9 maggio 2019

CHI VUOLE CHIUDERE LA COMUNITA’ ???

 

In queste ultime settimane alcuni partecipanti ci hanno rivolto domande preoccupate sul futuro della  nostra Comunità.  Circolano infatti false notizie, messe in giro ad arte, su azioni intraprese dal CDA che porterebbero a chiusura  la Comunità di Costa  Paradiso. Smentiamo con forza queste falsità e diffidiamo chiunque  dal diffondere calunnie di tale gravità.

L’impegno di questo CDA,  fin dal suo insediamento,  è stato rivolto  a far sì che  questo meraviglioso territorio  sia portato in una  condizione di legalità e sicurezza, così come previsto dalle vigenti  normative, e che la sua amministrazione si occupi in futuro del miglioramento della  qualità della vita dei partecipanti che in esso hanno  portato i loro investimenti.

Da molti anni le nostre spese sono assorbite principalmente da attività di carattere pubblico che competono ad altri ( fognatura, acquedotto, strade ), ma fino al momento in cui questa  illegittima situazione non sarà corretta tutti abbiamo l’obbligo (e l’interesse) di provvedere alle spese.  C’è sicuramente qualcuno, probabilmente gli stessi che diffondono false notizie, che cerca di fatto la chiusura della Comunità: questi sono i morosi  che oltre a non pagare le quote comunitarie non pagano neppure i loro consumi!! Non è possibile far quadrare i conti  in queste condizioni.  I maggiori morosi sono gli stessi che ricavano benefici dalle loro attività a Costa Paradiso lasciando ad altri (noi tutti)  l’onere di coprire i loro debiti ! 

Davanti a questi comportamenti inqualificabili, contrari al regolamento comunitario, il C.di A. sta intensificando le azioni legali di recupero dei crediti nelle sedi opportune, (amministrative, istituzionali e legali) per  avere una Comunità di proprietari che godano del territorio e che vedano i loro investimenti recuperare finalmente il loro valore.

Il Consiglio di Amministrazione della Comunità

7 maggio 2019

Lascia un commento