Il punto sulle trattative con Abbanoa ed EGAS: analisi e strategia

PUBBLICATO IL VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 29/30 APRILE 2017
9 maggio 2017
PUBBLICATO IL DATO SULLE ENTRATE NEL PERIODO 8 MAGGIO- 13 MAGGIO
16 maggio 2017

Il punto sulle trattative con Abbanoa ed EGAS: analisi e strategia

A distanza di due mesi dal suo insediamento, il C.d.A. ritiene necessario informare i Partecipanti sullo stato delle trattative con Abbanoa per il ripristino della fornitura dell’acqua e con la stessa Abbanoa ed EGAS (Ente di Governo di Ambito Sardegna già ATO) per il passaggio al Servizio di Riparto(*) della fornitura (con relativa emissione delle bollette a livello di singolo Partecipante).
Partendo da una breve cronistoria, che farà riferimento ad alcuni documenti presenti nell’area riservata, presenteremo le nostre valutazioni e conclusioni. Ci scusiamo per la lunghezza del comunicato, ma le molte richieste di chiarimenti, così come gli inviti alla trasparenza che riceviamo, richiedono una trattazione esauriente dell’argomento.
Cronistoria:
19.03.2017
Il nuovo C.di A. dà mandato al presidente dr. Buffoni e al vicepresidente ing. Monterosso di avviare immediatamente contatti con Abbanoa e EGAS per realizzare la transizione dalla gestione privatistica curata dalla Comunità al Servizio Idrico Integrato;

19.04.2017
Incontro a Cagliari con Abbanoa, presente il sindaco di Trinità Giampiero Carta. Viene definito un accordo verbale per il passaggio al Servizio di Riparto (*) a partire da gennaio 2018 e, a seguire l’inserimento dell’attuale gestione nel SII (Servizio Idrico Integrato), la cui decisione spetta comunque all’ EGAS. Il tutto subordinato alla sottoscrizione del piano di pagamento del debito con Abbanoa (acconto e rateazione) (all. 1)

21.04.2017
Incontro con EGAS sul tema del SERVIZIO IDRICO INTEGRATO.
Ecco alcuni stralci del verbale dell’incontro.
“……….Sono stati discussi tutti i passaggi previsti dalle procedure di legge per portare definitivamente le reti di acquedotto e fognarie di CP negli ambiti previsti dalle normative vigenti. L'authority d'ambito (EGAS) ……., ha recepito con estremo interesse le puntualizzazioni e i rilievi evidenziati sia dai rappresentanti di CP che dal Sindaco Carta , rilievi che devono essere tenuti presenti nel percorso attuativo del SII ……..Sono state individuate le basi per elaborare il piano attuativo che tenga conto di tutte le specificita' di CP . EGAS si e' impegnata ad esaminare il processo nel piu' breve tempo possibile. “(all. 2)
29/30 aprile 2017
Riunione del C.d.A, con conferma del mandato precedente e richiesta di anticipo quote acqua ( LINK al verbale della riunione.)
E’ seguita una serie di contatti telefonici e mail (all.3) (all.4), fino all’ultima del
9 maggio 2017,

in cui la dr.ssa Cogoni, referente per Abbanoa, conferma l’accordo del 19 aprile per il passaggio al Servizio di Riparto e, a seguire, all’inserimento nel SII, subordinato, come già detto, alla sottoscrizione del piano di pagamento del debito (acconto e rateazione mensile per 12 mesi). (all.  5)(all.6). La posizione di estrema rigidità assunta dall’ente, con la richiesta del pagamento immediato di 250.000 € ed i restanti 730.000 € dilazionati in 12 rate mensili viene giustificata ricordando che i programmi di pagamento in passato sono stati sistematicamente disattesi dalla Comunità.

Le valutazioni del C.d.A.

Il tesoriere ha effettuato in questi giorni una proiezione di cassa per i prossimi 12 mesi, a partire da giugno, facendo presente che l’onere della rata mensile favore di Abbanoa non può essere fatto gravare sul bilancio preventivo 2017-2018. Il debito verso Abbanoa è da considerare, infatti, una partita separata che deve essere sanata solo con il recupero crediti. L’azione contro la morosità resta perciò un obiettivo prioritario per assicurare una corretta gestione della Comunità e l’immediato rispristino della fornitura dell’acqua entro maggio.
Il programma attuativo per arrivare al Servizio di Riparto (acquisto e installazione contatori con telelettura, trasmissione anagrafiche ecc ), deve essere perciò condiviso da tutti i proprietari, e, pur comportando  un costo di installazione a carico di ciascun utente,  avrà come risultato la riduzione drastica della morosità. Il ricorso a vie legali contro Abbanoa (come richiesto su qualche blog ),   giustificato o meno, non permetterebbe comunque  in tempi brevi  la riattivazione della fornitura dell’acqua.
Per quanto attiene poi al ricorso in Cassazione per le quote fisse, i tempi previsti (superiori all’anno) non permettono di contare nell’immediato sui vantaggi di una eventuale ,ma tutt’altro che certa, sentenza favorevole.


conclusioni

Considerato che:

  • Il C.di A. ha avuto dall’assemblea il mandato di realizzare nel più breve tempo possibile il passaggio del Servizio Idrico Integrato agli enti competenti
  • Il Comune è in pieno accordo con il C.d.A, e il Sindaco di Trinità ha partecipato attivamente ai contatti con Abbanoa ed Egas;
  • E’ necessario recuperare con gli enti regionali la credibilità persa con il mancato rispetto degli impegni degli anni precedenti e quindi iniziare rapidamente a pagare il dovuto;
  • Il pesante debito della Comunità è legato principalmente al mancato versamento delle quote da parte di un numero rilevante di morosi;
  • Le spese legali necessarie alle procedure di recupero crediti con decreti ingiuntivi sono lunghe e spesso più costose dei crediti stessi,

il C.d.A si atterrà alla seguente linea d’azione e ne chiederà l’approvazione alla prossima assemblea :
recupero crediti rapida, privilegiando le soluzioni basate sulla trattativa, volta a chiudere definitivamente il pregresso e a recuperare almeno il valore del capitale dovuto, facendo ricorso all’Autorità Giudiziaria solo come estrema ratio, ed eventualmente con delega a società di recupero crediti

Il Consiglio di Amministrazione della Comunità


(*)nota: Il Servizio di Riparto con telelettura è di fatto il passaggio della gestione dell’approvvigionamento idrico ad ABBANOA ed è presupposto necessario per la transizione del servizio idrico e fognario gestito dalla Comunità al regime del servizio idrico integrato (SII) affidato, come previsto dalla legge, ai suddetti enti.Gli allegati:


ALLEGATI

Allegato 1 verbale incontro abbanoa 19.04.2017

Allegato 2 incontro con EGAS del 21.04.2017

Allegato 3 lettera C.. di A. ad Abbanoa - Dott.ssa Cogoni 21.04.2017

Allegato 4 FT Costa Paradiso cessazione. 24.04.2017

Allegato 5 dr. Cogoni Abbanoa mail 26.04.2017

Allegato 6 dr. Cogoni Abbanoa mail 9.05.2017

4 Comments

  1. Renata Rita Galli ha detto:

    Oggi è il 20 maggio, data fatidica. Ce l’abbiamo fatta o no? Grazie

  2. Antonio Nieddu ha detto:

    solo un breve commento,sono uno di quelli che ha sempre pagato le quote dell’acqua, non capisco come si sia arrivati ad accumulare una morosità tanto elevata senza che abbiate fatto nulla per evitarla, visto l’importo credo sia una situazione che si è protratta nel tempo, pertanto non vorrei che avendo anche anticipato l’importo da voi richiesto di €100 cosa che sicuramente spero facciano anche coloro che hanno creato questa spiacevole situazione , questa estete ci ritroviamo a non poter soggiornare a costa paradiso per mancanza di acqua.

    • Claudio Pedace ha detto:

      La morosità ha, purtroppo, una lunga storia, ci sono crediti della Comunità che risalgono fino a dieci anni fa. Una lotta a questo malcostume è iniziata da qualche anno, e si è scontrata con l’indifferenza e, spesso, con l’ostruzionismo di molti. Lo sforzo che stiamo facendo dal momento del nostro insediamento, meno di due mesi fa, è di accelerare i tempi, ricorrendo, se necessario, a provvedimenti drastici, quali il distacco dell’acqua ai morosi accertati ,che non abbiano avviato procedure di rientro dal debito.
      Come vedrà in un successivo comunicato, stiamo vedendo una risposta importante, anche se ancora insufficiente, da parte sia dei ‘buoni’ che dei ‘cattivi’ …… Vediamo se il senso civico , oltre a quello pratico (nessuno ha interesse a far chiudere Costa Paradiso!) l’avranno vinta. Sono fiducioso

Lascia un commento