Le richieste di Abbanoa e le scelte del C. di A.

Accesso al sito della Comunità
24 aprile 2017
25 aprile 2017 Comunicato del C.di A. sugli incontri con gli enti regionali
26 aprile 2017

Le richieste di Abbanoa e le scelte del C. di A.

Lo scorso 19.04.2017 si è svolto, presso la sede di Cagliari di Abbanoa , un importante incontro.di cui alleghiamo un verbale sintetico .
Per il riallaccio della fornitura d’acqua Abbanoa chiede un anticipo di 250.000 euro .
Ad oggi la situazione finanziaria di cassa della Comunità non permette di fare fronte a questa richiesta .Ricordiamo che, in attesa delle decisioni della Cassazione rispetto al pagamento della cosiddetta ‘quota fissa’ , questo anticipo rappresenta un quarto del nostro attuale debito. La cifra rappresenta anche il costo medio /anno della fornitura di acqua da parte di Abbanoa.
E’ chiaro che non possiamo rischiare di compromettere la stagione estiva, nell’interesse dei proprietari, degli imprenditori, degli operatori e del Comune stesso e che quindi dobbiamo reperire urgentemente questi fondi.
Il C. di A . grazie all’intenso lavoro di questo primo mese di attività, ha ora un quadro esatto ed aggiornato della morosità relativa all’ acqua, e gli uffici della Comunità stanno contattando in modo sistematico tutti i debitori, per il recupero, nel più breve tempo possibile, delle quote non versate. Nello stesso tempo stiamo predisponendo le altre azioni (diffida, distacco dell’approvvigionamento idrico) verso chi non pagherà entro il prossimo 10 maggio.
Tuttavia non possiamo essere sicuri di raggiungere in tempi così brevi la cifra necessaria a riportare la situazione alla normalità.
Il C.di A. ha quindi deciso di chiedere ad ogni partecipante/utente il pagamento anticipato della quota di acqua 2016/2017, entro il 10 maggio 2017. Non essendo possibile, per lo scarso tempo a disposizione, definire quote individualizzate, il C. di A. richiede a tutti di versare la cifra di  €100 ciascuno, tramite bonifico bancario sull’IBAN della Comunità (IT22V0101587620000000000129);  su questa cifra verranno fatti ,entro la fine dell’anno, i conguagli (positivi o negativi).
Si invitano i sigg. Partecipanti a considerare la grave situazione e ad aderire responsabilmente alla richiesta .
Ma il passaggio fondamentale per evitare che la assurda situazione attuale si possa ripetere in futuro è l’accordo con Abbanoa per l’avvio della procedura per la realizzazione entro l’anno della sostituzione dei contatori (con contatori a telelettura) l’attivazione della bollettazione individuale diretta da parte di Abbanoa stessa: questo significa che ognuno risponderà per il proprio consumo (e non la Comunità per tutti!) e che in futuro saranno possibili solo distacchi individuali.
Il C. di A. ringrazia il Sindaco G. Carta per il fruttuoso apporto alla trattativa.
Il Consiglio di Amministrazione della Comunità
Costa Paradiso 20 aprile 2017
Allegato : VERBALE dell’ Incontro presso la sede di Abbanoa  ( Cagliari )19/04/2017
Presenti : per Abbanoa  : dr Ramazzotti  ;  dr.ssa Cogoni
Sindaco Trinità d’Agultu :   Giampiero Carta
Comunità Costa Paradiso :   sigg.:  Ferdinando Buffoni ,  Gianni Monterosso

Lo scopo dell’incontro è l’esame dei due argomenti seguenti:
1- Situazione del debito e condizioni per il riallaccio dell’acqua dopo lo slaccio di novembre 2016
2- Progetto per il passaggio ad una bollettazione per ogni singolo contatore/ utente fatta direttamente da Abbanoa.

1- Il debito verso Abbanoa ammonta a 998.974.45 Euro di cui  8.030 E di consumo e 990.944 di quota fissa. La quota relativa alla quota fissa è oggetto di un ricorso in cassazione il cui risultato rappresenta un alea sia per CP che per Abbanoa con la situazione attuale favorevole ad Abbanoa  vittoriosa in appello. Dopo varie considerazioni ,la proposta finale ed irremovibile del dr. Ramazzotti per riallacciare la fornitura dell’acqua è la richiesta di un pagamento anticipato di 250.000 euro con la rateazione della somma rimanente in 12 rate mensili.

2- Il piano di passare alla bollettazione diretta a carico di Abbanoa è stato analizzato nelle sue fasi operative di massima, considerandolo applicabile . Nei prossimi giorni,con Abbanoa, saranno messe a punto le fasi operative per la messa in funzione del servizio con un cronoprogramma operativo che sarà reso noto appena pronto. Contiamo che entro l’anno il servizio potrà essere esteso a tutti i contatori/utenti. Si avrà finalmente il rapporto diretto utente/Abbanoa con i provvedimenti di slaccio fatti solo agli  utenti morosi senza conseguenze per gli utenti virtuosi.

5 Comments

  1. Buongiorno.
    Scrivo qui quanto già detto a livello personale a diversi membri del CDA: ritengo indispensabile, oltre che corretto nei confronti di tutti, pubblicare nell’area riservata i nomi di tutti quelli che risultano morosi, e le relative cifre.
    Penso di avere il diritto di sapere CHI non paga, visto che mi risulta che siano tantissimi. Se ho capito bene circa un 50% dei proprietari.
    Ovviamente non mi interessa sapere chi è in ritardo di qualche mese, ma di chi DA ANNI non sta pagando, mettendo in difficoltà tutti quanti.
    Non mi interesa sapere chi non ha versato le quote per l’ampliamento della fognatura (anch’io sono fra quelli) perchè si tratta di argomento dibattuto, ma di quote acqua e di quote gestione generale.

    Non si devono avere remore a fare questo, in quanto in qualsiasi condominio si fanno i bilanci e si mettono nomi e cognomi dei proprietari con la relativa posizione economica rispetto al condominio.
    Poi ci regoleremo anche noi di conseguenza, nel senso che, ad esempio, se fra i morosi cronici ci sono dei negozianti, vedremo di agire di conseguenza e andare a fare la spesa altrove.
    Grazie mille per tutto.

  2. Sara Berardi ha detto:

    Mi sembra un approccio corretto e responsabile. Immagino che chiederete formalmente e con lettera questo anticipo di versamento,

  3. giorgio margiaria ha detto:

    mi sembra un eccellente inizio e vi ringrazio per quanto da voi fatto sull’argomento; aderisco ovviamente all’anticipo del versamento richiesto e mi auguro che le procedure di recupero di quanto dovuto a tutti noi dai condomini insolventi siano attivate in modo giusto, senza quindi sconti a chi da troppo tempo approfitta della situazione, e rapido.
    Buon lavoro.

Lascia un commento