Arroganza e minacce
10 agosto 2019
Comunicato di servizio
12 agosto 2019

Nota del C.d.R.

Spettabile CdA,

a seguito delle recenti iniziative promosse da un imprenditore nei confronti di tutti i componenti del Consiglio, iniziative che appaiono come ritorsive nei confronti di chi si è esposto per salvaguardare gli interessi del nostro comprensorio, questo CdR chiede che venga posto all'ordine del giorno della prossima assemblea il voto per far sopportare alla Comunità le spese legali derivanti dai procedimenti; il tutto, salvo che il rimborso non sia già previsto dall'assicurazione.

Il CdR unanimemente si augura che questo trovi d'accordo la maggioranza dei partecipanti.

Cordiali saluti.

Per il Cdr

Domenico Butera

12 agosto 2019

1 Comment

  1. Claudio Pedace ha detto:

    Pubblichiamo il commento dell’avv. Perri:

    Il Suo è un lodevole intento. Ma, per esprimere ai sei menbri del c.d.a. la solidarietà dovuta loro da tutti noi associati,a mio avviso ,non è appropriato. Come se quella di cui si tratta fosse soltanto una questione economica ( è molto più ), tutto si risolvesse nel denaro occorrente per fronteggiare la denuncia, ed i sei denunciati avessero bisogno di un supporto finanziario . .La solidarietà, diceva Abbè Pierre, non è dare ,ma agire contro le ingiustizie. E noi dobbiamo agire, perché l’ingiustizia della denuncia è in re ipsa. Anche e non solo perché è sporta soltanto contro 6 dei 1300 soggetti che trovansi nella stessa,identica situazione .Ma,come e quando agire? Può suggerirlo chiunque ed io attendo che lo facciano in tanti. A me personalmente di primo acchito viene in mente una manifestazione pacifica ed ordinata per le vie di Costa Paradiso . Avrebbe contro l’inerzia di molti che nei pochi giorni di vacanza vogliono godersi in pace il sole ed il mare e perciò rischierebbe di risolversi in un flop . Potrebbe soccorrerci l’art. 368 del codice penale, che prevede il reato di calunnia.Com’è noto,l’interesse tutelato da tale norma è il corretto funzionamento della giustizia al fine di evitare che l’attività investigativa e della Magistratura venga paralizzata da false notizie di reato. Al riguardo,però,cedo le armi a colleghi avvocati più giovani e più preparati di me e li invito ad intervenire.Con cordialità .Nunzio Perri

    Non approvare | Rispondi | Modifica rapida | Modifica | Cronologia | Spam | Cestina

Lascia un commento