notizie in breve 1 SETTEMBRE 2018
1 settembre 2018
Notizie in breve
26 settembre 2018

Perché un Progetto Sicurezza?

L'assemblea del 10 agosto ha dato parere favorevole alla realizzazione di un progetto sicurezza. Ma non tutti sono d'accordo.... ecco il parere del prof. Neri Accornero:
..........
Al Consiglio di Amministrazione 
Con richiesta di pubblicazione integrale e firma sul sito della Comunità
 Oggetto : Sorveglianza WIFI
Quando a Giugno scrivevo riguardo il progetto delle telecamere di sorveglianza sulle isole ecologiche  pensavo “ingenuamente” che fosse solo una idiozia partorita dopo qualche bevuta, ma quando ho sentito del preventivo di costo  ( 700.000€ iva esclusa ! ) presentato all’assemblea di Agosto, alla quale non ho partecipato perché non sono mai presente in quel mese in Costa, credo sia  apparso chiaro a tutti  che è un maldestro tentativo di realizzare  un bell’affare commerciale.  Non torno quindi sulla assoluta inutilità ed inefficacia di controllo sui cassonetti  ma porto la vostra attenzione sull’ ”affare”.  La motivazione della sorveglianza nasconde  quella reale di allestire un corposo e costoso  impianto WIFI affermando che sarà disponibile anche a tutti gli utenti che ne faranno richiesta ( ovviamente a pagamento come per tutti gli altri servizi analoghi). A parte il fatto che sicuramente ben pochi  residenti ne faranno richiesta perché già serviti da ADSL della rete fissa  o da servizi wireless  a costi ora molto bassi,  l’affare risiede, oltre al costo iniziale, nella costante manutenzione dell’impianto  e nella sua rapidissima obsolescenza, voi pensate che un impianto  wifi attuale sopravviva più di due o tre anni ?  senza considerare il costo annuale del personale addetto alla gestione ( almeno 3 persone per circa 100.000€ )
Peccato mi era sembrato che questo CDA fosse partito con il piede giusto nel gestire le tante criticità del territorio ma con questo passo falso non si differenzia affatto dai precedenti.
Comunque cari Condomini non continuiamo a farci prendere per il naso, questa proposta non deve passare, diffondete !

Neri ACCORNERO

Ecco la nostra risposta:

GENTILE PROFESSORE,
Entrando nel merito della sua lettera provo a chiarirle il contesto in cui
si è sviluppata la votazione in assemblea ed il suo significato:
1) la proposta è stata formulata sulla base di un mandato dell'assemblea
dello scorso anno
2) la proposta nasce come 'progetto sorveglianza' . Il WIFI è la
premessa tecnica necessaria per la realizzazione, ma non lo scopo
primario del progetto .
3) quanto presentato in assemblea è stata la richiesta se procedere o
meno sulla strada del progetto, il cui costo presuntivo (secondo
quanto rilevato da un primo giro informale di richiesta con tre
aziende interessate) va da un minimo di 500.000 € ad un massimo di
700.000 (IVA esclusa)
4) l'assemblea ha votato, a larga maggioranza, dichiarandosi favorevole al
prosieguo delle valutazioni del progetto sicurezza.
5) Il CDA è un esecutore delle indicazioni dell'assemblea (e in questo
senso mi risulta francamente incomprensibile il suo accenno ad un
interesse commerciale...di chi, a parte i fornitori d'opera ?). A tale
scopo verrà identificata una commissione tecnica di esperti che
predisponga un capitolato da sottoporre a tre aziende del settore.
6) data l'entità dell'investimento ,e trattandosi certamente di un
intervento non urgente, il procedere da parte del CDA è subordinato a
quanto si andrà a definire prossimamente rispetto ai problemi fognatura
e servizio idrico integrato.
7) in ogni caso ,trattandosi di intervento straordinario, potrà essere
fatto solo DOPO aver riscosso le eventuali quote straordinarie.

Bevute a parte, facendo un passo indietro al tema sorveglianza rifiuti,
il posizionamento delle telecamere sulle isole ecologiche fa parte del
contratto di Ambiente Italia con il Comune di Trinità. Noi non
c'entriamo nulla.
La saluto cordialmente
Claudio Pedace
CDA Costa Paradiso

Lascia un commento