Pubblicato il verbale dell’assemblea del 10.08.2018

MIGLIORARE LA FRUIBILITA’ DELLE DISCESE A MARE
24 agosto 2018
notizie in breve 1 SETTEMBRE 2018
1 settembre 2018

Pubblicato il verbale dell’assemblea del 10.08.2018

Ci scusiamo per il ritardo nella pubblicazione del verbale (completo di allegati) dell’assemblea (link), ma essere esaurienti, precisi e trasparenti richiede tempo.
Già dal giorno dell’assemblea sono state diffuse notizie imprecise, talvolta errate, basate su documenti o voci non ufficiali , che hanno creato confusione ed equivoci. Nessuna notizia era stata divulgata dal CDA prima dell’assemblea e gli unici documenti ufficiali erano quelli pubblicati nel sito (bilanci, e la relazione CDR).
Negli allegati al verbale sono riportati i dettagli delle votazioni e le relazioni presentate da CDA, CDR e CTA e la richiesta con raccolta firme sui lavori di manutenzione a Li baietti.
Abbiamo già pubblicato in un precedente comunicato la relazione del Presidente del CDA. Gli altri punti salienti dell ‘assemblea hanno riguardato:

Presentazione dei BILANCi CONSUNTIVO 2017/2018 (link) E PREVENTIVO 2018/2019 (link 1,link 2)
I bilanci non sono stati sottoposti all’approvazione dell’Assemblea, perché già approvati dal CDR. Il Tesoriere, sig.ra Ferrari ha posto l’accento sulla persistenza di crediti verso proprietari al 31.07.2018 di € 1.064.180, sulla posizione debitoria vs. Abbanoa, a cui la Comunità ha pagato nell’ultimo anno un totale di € 1.142,730 sia per le rate del Piano di rientro, sia per le fatture relative alle quote fisse, e sulla rottamazione Equitalia per contributi non versati per € 162.682,44( La prima rata di € 28.084,48 è stata pagata il 31 luglio).
La liquidità al 31 luglio è di circa € 600.000 che consente di guardare con un certo ottimismo i prossimi mesi, tenendo conto che ai primi di agosto è stato chiesto l’acconto dell’80% delle quote per la gestione 2018/2019.
RELAZIONE SULL’ATTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIPARTO
IL vicepresidente Monterosso riassume i termini della questione: nell’assemblea del 9 agosto 2017 è stato votato il servizio di riparto, la modalità di pagamento e il contratto sono stati definiti e firmati, con notevole ritardo, a febbraio 2018.
Sono stati pagati 2066 contatori,( su 2271 installabili) . Sono aumentati i contatori installati nei condomini, mentre sono diminuiti i contatori comuni o dei giardini. Mancano da installare i contatori dei morosi , che non verranno installati fino a risoluzione del debito. La Comunità ha provveduto a completare e inviare ad Abbanoa i contratti pervenuti (circa 1650), Abbanoa al 9 di agosto ha messo il sigillo solo a 400 contatori. E’ quindi prevedibile che le operazioni non si concluderanno prima della fine di settembre.
RELAZIONE SUL RECUPERO CREDITI
Il consigliere Mulas riferisce che il volume complessivo dei crediti della Comunità verso i Partecipanti, al 31 luglio 2018, è di € 1.064.180, di cui € 872.096 riferiti a Partecipanti qualificati come morosi; la differenza, pari a € 192.083, si riferisce ai Partecipanti che non hanno pagato le quote dell’ esercizio 2017/2018, chiuso il 30 aprile 201. A questi, se ancora insolventi a quella data, nel prossimo mese di settembre verrà inviato l’ atto di diffida e la messa in mora. I risultati sono stati ottenuti senza nuove iniziative giudiziarie, ma attraverso periodiche richieste, forme di pressione, come l’interruzione di servizi (es. slaccio dell’acqua in 114 casi), 4 accordi di transazione, per un totale di 216.622 € e 21 piani di rientro sottoscritti dagli interessati, per un ammontare di 60.968 € ancora da incassare. Pur ridotta nel suo volume di circa 2/3, permane uno zoccolo duro di morosità, quello di vecchia data, difficile da scalfire. Per questi casi, il C.d.A. ha deciso di ricorrere sia all’ Autorità Giudiziaria (per trenta Partecipanti per un valore complessivo del credito di 224.389 €), sia ad una società di recupero crediti, per 90 Partecipanti (valore complessivo del credito di 125.838 €).

RELAZIONE DELLA CTA (link)
L’arch. Bertozzi e l’ing. Braglia hanno relazionato sull’attività molto intensa svolta dalla CTA dal 20 marzo 2017 ad oggi , presentando alcune note esplicative di articoli del regolamento. il cui inserimento in appendice al regolamento stesso è stato sottoposto al voto dell’assemblea (la votazione in questo caso è risultata nulla per mancato raggiungimento del quorum )

RELAZIONE DEL CDR
Esposta dal dr. Butera, ha esplicitato le ragioni dell’approvazione dei bilanci e alcune indicazioni migliorative delle procedure di CDA e CDR

La discussione sulle relazioni è stata molto ampia con alcuni utili suggerimenti( ricordiamo gli interventi di Pietro Sotgiu, di Yos Zorzi, di Maurizio Rossi e molti altri). Mario Mela (presente all’assemblea solo come uditore, data la sua condizione di moroso) ha sollecitato nel suo intervento un’azione decisa per la risoluzione del problema fognatura, dando la disponibilità sua e di altri immobiliaristi a collaborare con un proprio progetto.

VOTAZIONI
Nel pomeriggio sono stati affrontati tre punti , su cui è stato richiesto il voto all’assemblea:
Azione di responsabilità nei confronti del precedente C.d.A. sulla base del parere legale acquisito
Come relazionato dal dr. Buffoni si tratta di una iniziativa dovuta, priva di ogni spirito punitivo o di rivincita, ma ispirata dall’unico proposito di corrispondere alla richiesta di molti Partecipanti e di dare loro conto del corretto utilizzo delle risorse economiche della Comunità. Sulla base del mandato ricevuto nell’ultima Assemblea, è stato acquisito il parere dell’ Avv. Filippo Bassu in merito alla sussistenza di idonei presupposti per promuovere una azione di responsabilità nei confronti dei precedenti amministratori. L’avv. Bassu ha segnalato la possibilità di una valida azione di responsabilità solo nel caso dell’incarico affidato all’ing. Giampiero Cassitta per la validazione del progetto di ampliamento della fognatura, mentre ha escluso tale sussistenza negli altri quattro casi sottoposti alla sua valutazione, pur caratterizzati da profili di una cattiva gestione. Come chiarito dal Presidente , la Comunità ha chiesto formalmente all’ing. Cassitta la restituzione del compenso professionale indebitamente liquidatogli dal precedente C.d.A.
L’assemblea ha quindi votato a larga maggioranza per non procedere con azioni di responsabilità verso il precedente C di A.
PROGETTO SICUREZZA E WI-FI
Il consigliere .Ognissanti ha presentato gli aspetti fondamentali del progetto . che prevede un costo (sulla base di alcune offerte informali finora valutate) fra i 500.000 e i 700.000 € (IVA esclusa).
All’assemblea è stato chiesto un parere di massima sulla realizzazione progetto stesso e sull’eventuale spesa straordinaria, L’assemblea ha dato a larga maggioranza parere positivo.

RISTRUTTURAZIONE UFFICI DELLA COMUNITA’
Il ha sottoposto al bvoto dell’assemblea la spesa straordinaria (fino ad un massimo di 80.000 €) per la manutenzione degli edifici della Comunità, che necessitano d interventi urgenti per la sostituzione infissi, la realizzazione di uno spazio archivio, la messa in sicurezza dei solai .
L’assemblea ha votato a larga maggioranza a favore della spesa.

Anche su questi temi la discussione è stata ampia e qualificata: segnaliamo in particolare gli interventi di Errico, Filone e Salvatore.

Il Consiglio di Amministrazione della Comunità

2 Comments

Lascia un commento