IL PUNTO SULLO STATO DELL’ ACQUEDOTTO E SUI COSTI DELL’ACQUA.

la replica dell’avv. Perri sul tema del ricorso al TAR della Comunità
12 febbraio 2019
La comunicazione ufficiale della Comunità
13 febbraio 2019

IL PUNTO SULLO STATO DELL’ ACQUEDOTTO E SUI COSTI DELL’ACQUA.

Dall’11 febbraio Abbanoa ha (finalmente!) avviato l’operazione di collaudo del nostro acquedotto, e si prevede entro la fine di febbraio il completamento delle operazioni di presa in carico dei contatori. Nell’occasione il CDA ha deciso di produrre una relazione sintetica con alcuni dati tecnici, oltre che economici, necessari per inquadrare l’attuale situazione dei consumi di acqua, e capire l’importanza del passaggio ad Abbanoa della gestione con il Servizio di Riparto

Premessa

Gli impianti che costituiscono le strutture dell’acquedotto di Costa Paradiso sono nati con l’avvio della lottizzazione e quindi datano a partire dalla fine degli anni sessanta del secolo scorso e pagano un’usura di oltre 50 anni. Sono costituiti da una serie di pozzi, alcune pompe di sollevamento, quattro serbatoi piezometrici e una rete di distribuzione di circa 50 chilometri. Molti dei materiali e delle tecnologie adottate all’epoca sono obsolete ed è per questo motivo che la ripartizione delle pressioni lungo la linea presenta valori disomogenei, di difficile regolazione, con pericolosi ‘colpi d’ariete’. In sintesi l’impianto necessita costantemente di un notevole lavoro di ripristino ed è per questo che la manutenzione si presenta gravosa e le perdite sono elevate.

L’inadeguatezza dei pozzi e la fornitura di Abbanoa

Per qualche decina di anni l’approvvigionamento idrico è stato assicurato dai pozzi, ma con l’ampliamento del comprensorio i limiti di capienza dei pozzi e i periodi di siccità hanno reso insufficiente questa risorsa, pertanto con l’arrivo della rete idrica regionale si è attinto sempre più dalla fornitura del gestore unico Abbanoa.

I costi attuali

Nell’ attuale gestione la Comunità sostiene notevoli costi, così ripartiti:

A.acquisto dell’acqua da Abbanoa
B. manutenzione degli impianti ( materiali e manodopera tecnica)

C.forza motrice per i sollevamenti

D.lettura dei contatori

E. bollettazione e contabilizzazione.

Le tariffe attuali di Abbanoa e il costo dell’acquisto dell’acquaAbbanoa applica la tariffa per uso domestico non residente (vedi tab.1: tariffe/mc aggiornate al 2018) con le tariffe eccedenti calcolate direttamente sui superamenti di consumo rilevati fra due letture successive, mentre la Comunità mantiene le fasce basate sul consumo giornaliero.  Mentre Abbanoa ha aumentato sensibilmente le tariffe negli ultimi anni , il piano tariffario della Comunità è  fermo alla delibera del 4 dicembre 2012 ( link)

Tabella 1: tariffe Abbanoa uso domestico non residente per unità abitativa (2018)

Mc

Tb

Da mc 0 a 70

1,113

Tb

Damc71 a140

1,113

Te1

Damc141 a200

1,821

Te2

Damc201 a250

2,631

Te3

Oltre 250 mc

3,643

Quota fissa annua

69,952

n.b. le quote tariffe sono escluse IVA 10 %

Il confronto fra i due sistemi di calcolo/fatturazione

A titolo di esempio esaminiamo il consuntivo dei consumi dal 30 settembre 2017 al 30 settembre 2018 (tab. 2) e quello delle spese sostenute nello stesso periodo (tab. 3)

-
Tabella 2:consuntivo consumi dal 30/9/17 al 30/9/18

-LETTURA CONTATORE ABBANOA 30 SETT 2017

427.770 mc

LETTURA CONTATORE ABBANOA 30 SETT 2018

758.609 mc

CONSUMO ANNUO FATTURATO DA ABBANOA

330.839 mc

CONSUMO ANNUO FATTURATO DALLA COMUNITA’

175.166 mc

PERDITE/( PRELIEVI ABUSIVI) DELLA RETE

155.673 mc

-
Tabella 3: costi per la Comunità 30/9/17 - 30 /9/18

FATTURAZIONE ANNUA DA ABBANOA 550.000 euro
EN.ELETTR., MANUTENZIONE E ATTIVITA’ AMMINISTRATIVE 88.000 euro
COSTO TOTALE/ANNO PER LA COMUNITA’ 638.000 euro
TOTALE BOLLETTE FATTURATE DA COMUNITA’ 437.000 euro

Dall’esame dei dati riportati si evidenzia lo stato di precarietà della rete con perdite elevatissime e conseguente forte aggravio dei costi. In pratica abbiamo speso (nel periodo considerato (tab. 3) oltre 200.000 euro in più di quanto abbiamo incassato.

Il problema delle perdite

Le perdite/ prelievi abusivi costano all’incirca 150.000 euro/anno. In condizioni normali il valore medio delle perdite, secondo le statistiche, dovrebbe aggirarsi attorno al 20%( Abbanoa ha perdite superiori al 40% ). Il nostro obbiettivo è raggiungere questo standard che  porterebbe i consumi effettivi a circa 250.000 mc con perdite di 50.000-60.000 mc. A seguito di queste analisi e in attesa che Costa Paradiso entri nel Servizio Idrico Integrato il CdA ha predisposto un piano di controlli continui della rete con l’acquisto di uno strumento rilevatore delle perdite per migliorare lo stato attuale.

La morosità

Altro elemento che rende estremamente gravosa la gestione è la persistente morosità con una ripercussione pesante sulla disponibilità finanziaria. L’avvio a breve del Servizio di Riparto servirà ad applicare le tariffe a chi di pertinenza , tenendo conto che Abbanoa ha strumenti ben più incisivi dei nostri per combattere le morosità. Il servizio di riparto consentirà anche lo sgravio di un rilevante impegno amministrativo e operativo della comunità, con razionalizzazione dell’utilizzo del personale, specie per quanto riguarda il controllo della rete.

12 Febbraio 2019

Lascia un commento